Portfolio on-line: i consigli dei professionisti per gestirlo al meglio

Il portfolio on-line, sia esso raccolto in un sito web o nei social, come Instagram, è uno strumento fondamentale per poter essere visibili e rintracciabili da photoeditor, agenti, editori, e altre figure di rilievo del mondo della fotografia.

In questo articolo, che è una traduzione di questo articolo, pubblicato sul British Journal of Photography verranno illustrati i consigli e le caratteristiche necessarie, fornite da professionisti del settore, per poter realizzare un portfolio on-line davvero funzionale.

Haruka Sakaguchi – www.harukasakaguchi.com

Cosa guardano agenti fotografici, curatori, editori e committenti in un portfolio on-line? Cinque professionisti del settore offrono i loro punti di vista.

Il portfolio fotografico, qualcuno potrebbe pensare, è stato oscurato dalla controparte digitale. Come innovazione che offre opportunità quasi illimitate per saperlo padroneggiare ci troviamo ad affrontare una nuova serie di sfide: dai colori usati per il layout, ogni elemento del proprio sito web merita adeguate valutazioni.

Ci sono molte piattaforme on-line che offrono servizi adeguati per tutti i creativi fornendo loro tutti gli strumenti necessari per migliorare il proprio lavoro.

Quando si progetta un sito web è necessario tenere conto di quello che è il pubblico a cui ci rivolgiamo. Cosa volete comunicare la vostra piattaforma on-line e come pensate di comunicarlo? Per comprendere al meglio cosa rende ottimale un sito web abbiamo chiesto a cinque professionisti di fornirci il loro parere e perchè  avere una forte presenza on-line è importante al giorno d’oggi.

Naomi Wong – www.naomi-wong-znmy.format.com/ – built using Format

Cosa guardate nel sito web di un fotografo?

Diane Smyth, Digital Editor – British Journal of Photography. Un sito che sia al tempo stesso semplice e facile da consultare – la grafica viene dopo -. Le foto devono essere sufficientemente grandi per poter essere viste adeguatamente, ma abbastanza leggere da poter essere caricate velocemente. Non voglio vedere firme sulle foto. E’ preferibile che le foto siano divise per serie, con un testo introduttivo. Mi piace che ci sia una breve biografia del fotografo e, ovviamente, i modi per contattarlo. E’ meglio mettere poche foto significative piuttosto che riempire il portfolio di foto brutte.

Ken Flaherty, Fondatore – Doomed Gallery. Mi piace vedere una foto che realmente rappresenta il fotografo nella prima pagina. Mi piace anche l’idea di conoscere la storia che c’è dietro un lavoro. I fotografi possono essere riluttanti a esprimere il proprio lavoro a parole; per chi visualizza il lavoro, una breve introduzione o un giudizio può essere d’aiuto a focalizzare meglio ciò che si stà guardando.

John Wyatt-Clarke, Fondatore di Wyatt-Clarke & Jones Photo Agency. Noto una differenza lampante tra i siti che vogliono comunicare qualcosa e quelli che riflettono una immagine quasi narcisistica del fotografo. Una buona piattaforma on-line dovrebbe guidare il visitatore a compiere determinate azioni, che siano commissionare un lavoro, acquistare un lavoro, informarci su eventuali mostre. Si deve poter distinguere chiaramente qual è il vostrolavoro più importante, che fornisca un’idea della direzione che intendete prendere come artisti e, di conseguenza, dove pensate di essere entro un paio di anni. Come agente sono sempre interessato al futuro perciò, per me, un sito web deve fornire questa idea.

Fiona Shields, Responsabile dei fotografi – The Guardian. Al Guardian guardiamo sempre il portfolio on-line prima di commissionare un lavoro a un fotografo per la prima volta, cosicchè si possa valutare l’ampiezza e lo stile delle immagini e la varietà. Ovviamente i contatti devono essere ben visibili nella pagina principale: area di provenienza, numero di telefono, indirizzo e-mail e account Twitter. Se cerco un fotografo con urgenza provo tutti e tre i contatti che trovo. La pagina principale e la vetrina del vostro talento, quindi siate scrupolosi nella creazione dei contenuti.

Leo Berne – www.leoberne.com – built using Format

Quanto è importante la prima impressione quando guardate il sito di un fotografo? Direste che è più improntato sul suo lavoro o più sulla mera presentazione?

D.S.: sono più interessata al lavoro in sé, ma un sito lento o mal organizzato mi trasmettono una sensazione negativa.

Matt Martin, Co-curatore – Doomed Gallery. Un po’ di entrambi. Se il lavoro non salta subito agli occhi è difficile che io guardi il resto del sito. Un buon design e un’immagine di copertina forte può aiutare in tal senso, ma è importante anche la navigabilità del sito.

JW-C.: passo molto tempo sui siti dei fotografi. Riceviamo sino a cinquanta mail alla settimana da fotografi che vogliono essere rappresentati e li esaminiamo con molta attenzione, in quanto cerchiamo fotografi con cui collaborare per anni, di conseguenza uno sguardo approfondito è sempre necessario.

F.S.: controllate sempre che il vostro sito web possa essere facilmente reperibile su Google con il vostro nome e la dicitura “photographer” e che il sito si apra rapidamente sia su desktop che su dispositivi mobili. Ogni photoeditor che stia cercando un fotografo da assumere sarà mal disposto verso quei siti complessi in cui è difficile vedere il lavoro dell’autore.

Ursa Premik – www.ursapremik.com – built using Format

Il sito web dovrebbe esistere solo come piattaforma per mostrare lavori o è importante che abbia anche un look distintivo?

D.S.: non ho un’opinione definita in merito. L’importante è che io possa trovare facilmente il lavoro del fotografo e i suoi contatti. A volte può essere divertente vedere siti insoliti e bizzarri ma, in una scala di priorità, questo viene dopo la qualità del lavoro.

K.F.: sono veramente interessato all’idea di una galleria virtuale visibile ovunque. Mi piace quando i fotografi inseriscono aggiornamenti o brevi interviste.

JW-C.: la qualità delle foto conta più di ogni altra cosa. Una piattaforma on-line è un complemento del vostro lavoro, ma se questo è di qualità scadente, avere un sito web fantastico non compenserà mai tale carenza. Un buon lavoro, dal punto di vista di un agente, può sopperire a una pessima presentazione. Il nostro lavoro dovrebbe essere quello di aiutarvi a migliorare la vostra presenza on-line. Sono più attratto da una buona architettura del sito piuttosto che a un buon design.

F.S.: considerate un design e una presentazione per chiunque visiterà, secondo il suo stile, il vostro sito web. Concentratevi su ciò che possa favorire un eventuale assunzione per un lavoro, sia questa una particolare intervista o il vostro stile fotografico.

Neil Kryszak – www.neilkryszak.com – built using Format

Con l’attuale diffusione, nelle nostre vite, del digitale, direste che avere una forte presenza on-line sia più importante che mai?

D.S.: assolutamente. Raramente mi sottopongono portfolio su carta. Fa così retrò quando questo accade. E’ interessante assistere ai cambiamenti nelle modalità di presentazione da parte dei fotografi. Una volta i siti web erano estremamente formali e tendevano a separare i lavori in serie distinte, ma con l’avvento di Instagram i fotografi tendono ad includere sempre di più i dietro le quinte – scatti che li mostrano mentre allestiscono una vostra o nella loro vita quotidiana. Non ho preferenze su ciò che sia meglio o peggio. Qualunque formato utilizziate e in qualunque modo vi presentiate ciò che realmente conta è che il vostro lavoro sia on-line e che ci siano i vostri contatti.

M.M.: questo restringe la domanda a “Dove passano più tempo le persone che guardano il lavoro di un fotografo” ? Ultimamente penso che il sito web sia il modo migliore per presentarsi. Uno spazio on-line è fondamentale per meglio organizzare il vostro lavoro, per comunicare un filone narrativo tramite le serie. Ciononostante ritengo ancora fondamentale un buon portfolio fisico o un book.

JW-C.: non posso immaginare come si possa ottenere un lavoro senza avere un sito web. La domanda vera è: come portare le persone a guardarlo e in questo ovviamente influiscono i social media. Il sito web è centrale in tutte le vostre attività sui social media, un luogo in cui confluiscono tutte queste attività, un luogo in cui mostrare in maniera più estesa e chiara il vostro lavoro. Per questo è importante avere ben chiara la funzione del vostro sito web cosicchè possiate concentrarvi tutte le energie, anzichè disperderle.

F.S.: sicuramente. Spesso cerchiamo fotografi da contattare in tutto il mondo e questo può comportare difficoltà a incontrarsi faccia a faccia. Ecco perchè è importante una presenza on-line. E’ un mercato competitivo così è bene spendere del tempo nella creazione e nell’aggiornamento costante del sito web.

Harriet Victoria – www.harriet-victoria.com – built using Format

Può essere una forte tentazione creare un portfolio on-line strutturato esclusivamente sulla vostra visione creativa, ma costruire un sito web che incontri il favore del pubblico di riferimento è cruciale. Chiarezza, semplicità di utilizzo e impaginazione sono fattori importanti da tenere in considerazione. Infine un portfolio on-line deve caratterizzarvi come fotografi e aiutarvi nella crescita della vostra carriera.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.