Trucchi per sviluppare progetti a lungo termine secondo Magnum

Cinque lezioni per sviluppare e sostenere un progetto fotografico a lungo termine tenute dai fotografi Magnum e dagli addetti ai lavori del settore.

USA. Fresno, California. 2014. Homeless camp. Fresno has a population of 494,665 and 24.8% live below the poverty level.
Matt Black Homeless camp. Fresno, California, USA. 2014. © Matt Black | Magnum Photos

I progetti documentari possono svilupparsi su un arco temporale che può andare da pochi giorni a diversi anni e i progetti a lungo termine, sebbene appaganti nei dettagli e nello storytelling che ci presentano, richiedono un livello differente di impegno, pianificazione e approccio strategico rispetto ai progetti a breve termine.

Al fine di aiutare i fotografi con feedback e consigli pratici relativamente ai loro progetti a lungo termine, il fotografo di Magnum Matt Black ha tenuto una conferenza a S.Francisco. Black sottolinea l’importanza di completare un progetto fotografico a lungo termine che sia ben organizzato inoltre, secondo Black, i fotografi hanno una responsabilità nel raccontarci queste storie importanti. “Come fotografi avete l’obbligo morale di pubblicare il vostro lavoro e raggiungere più persone possibili”.

Di seguito illustriamo cinque trucchi imparati durante la conferenza di S.Francisco, illustrati da Matt Black e altri fotografi intervenuti alla conferenza.

TRACCIA UN PROGRAMMA DI INTENTI

I progetti possono riguardare tutto e niente ma il motivo per impegnarsi in un progetto a lungo termine deve essere chiaro e dovete essere in grado di comunicare perchè sentite la necessità di raccontare quella storia, e soprattutto perchè quella storia debba essere raccontata ora.

Nella sua presentazione, Judy Walgren, Direttore Editoriale della media start-up ViewFind dice: “tutti coloro che vogliono raccontare una storia devono costantemente pensare perchè sono così coinvolti dalla storia e/o dal soggetto e devono fare attenzione sul come il loro sesso, orientamento politico/sessuale, culturale e il livello sociale possa influenzare il modo in cui percepiscono il mondo. Per questa ragione penso che sia importante per i fotografi essere capaci di spiegare effettivamente e in modo conciso il progetto, compreso il motivo per cui la storia è importante e perchè debba essere raccontata. La definizione del progetto è una parte critica del progetto stesso e del suo sviluppo e può fornire delle solide basi su cui costruire il lavoro”

Rana, 25, Tess, 19, and Vianca, 22, hang out in the laundromat parking lot on the hood of Tess’s station wagon that doubles as their home for long periods of time in Redway, California. By workshop participant Rachel Bujalski. © Rachel Bujalski

PONETEVI DOMANDE

Matt Black ci fornisce alcuni saggi consigli su come egli abbia lavorato a progetti a lui cari e a Km zero come, ad esempio Dry LandThe Black Okies, che ha realizzato nella Central Valley californiana, oppure il suo progetto a più lungo termine, The Geography pf poverty, che mappa la povertà dell’America contemporanea. Il suo modo di lavorare si fonda sul porsi domande come strumento per definire il punto cruciale della storia, per relazionarsi con i soggetti e comprenderne le problematiche. Lo sforzo costante di dare un senso al Mondo l’ha portato a chiedersi “Com’è possibile?” e l’ha aiutato a creare la sua prospettiva unica su questi problemi.

SII UN BUON PRODUTTORE

Quando si lavora a progetti a lungo termine, i fotografi non dovrebbero MAI sovrastimare l’importanza di una buona ricerca e produzione. Shannon Simon, Content Director e Director di Magnum per le Americhe spiega come l’accesso a una ricerca approfondita garantisca una buona produzione

“Avere un progetto ben strutturato, piuttosto che andare alla cieca, credo sia un valore aggiunto impagabile nella costruzione di una storia. Se si è più orientati alla creatività e senza vincoli di logistica, chiedete a un amico o un collega di aiutarvi. La perseveranza è ciò che vi porterà nel posto giusto a fare ciò che si vuole fare. E ricordate di essere grati per le possibilità di accesso che vi vengono fornite, poichè solitamente non c’è alcun beneficio per chi vi aiuta”

Workshop participant John Hall’s project ‘4am | Japan’ on his first wanderings around the foreign city. © John Hall

COLLABORATE

Le collaborazioni creative aiutano ad aumentare gli ambiti e la ricerca dei progetti. Il Direttore della Fotografia Jacqueline Bates e il Direttore Creativo Leo Jung del California Sunday Magazine, che hanno tenuto un discorso al Workshop Professional Pratice, essendo le due persone incaricate di realizzare la visione della rivista, spiegano come la combinazione di due persone, la combinazione della lor fotografia e del loro design abbia portato a un risultato differente a quello che si sarebbe ottenuto da un lavoro individuale da parte dei due professionisti.

La collaborazione di successo nella pubblicazione di un progetto a lungo termine è stata l’unione d’intenti tra Matt Black e Amy Pereira, Direttore della Fotogfrafia di MSBNC, che ha sostenuto il lavoro su The Geography of poverty, aiutando Black a concepire l’innovativo formato della mappa digitale usata per presentare il lavoro.

Shannon Simon ha detto “non sottovalutate l’importanza delle collaborazioni – lavorare con visionari o con professionisti, condividere le idee, creare relazioni e proporre il lavoro al mondo”

SIATE GIORNALISTI VERSATILI

Altre abilità giornalistiche, oltre alla sola fotografia, entrano in gioco quando si costruisce una storia. “L’interazione tra scrittura, foto e video aiuta ad ottenere l’idea centrale del progetto ed è d’aiuto poter usufruire di tutte queste possibilità”, dice Black. “Non siamo fotografi – non siamo più tecnici con la macchina fotografica – siamo autori. Il nostro ruolo nel raccontare storie non è solamente illustrarle, ma crearle”

Matt Black USA. Allensworth, California. 2001. Weeding cotton. © Matt Black | Magnum Photos

L’articolo è una traduzione dell’originale che potete leggere (in lingua inglese) a questo link: https://www.magnumphotos.com/theory-and-practice/tips-longterm-projects/

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.